Loading...

Nei dati SWG c'è tutto quel che serve per capire cosa pensano gli italiani e cosa succederà.

News & Post

01/03/2021 

O Conte o morte (parliamo di M5S)

di Roberto Arditti

“Moderato, liberale ed europeista”, il destino dell’M5S è racchiuso in questi tre aggettivi evocati da Luigi Di Maio per tracciare una nuova rotta politica. Tre attributi che un tempo erano l’esemplificazione perfetta di tutto ciò che il Movimento detestava fino al midollo e che oggi invece rappresentano i nuovi punti cardinali dell’universo pentastellato.

 

Leggi tutto

22/02/2021 

Kratesis, Emanuela Vecchiet diventa Partner

Kratesis, boutique di consulenza strategica fondata da Roberto Arditti assieme a SWG, comunica che Emanuela Vecchiet entra a far parte della società in qualità di Partner.

Contestualmente, SWG affida a Kratesis l’incarico di presidiare e sviluppare tutte le attività di comunicazione e relazioni media per l’Istituto, attività che sarà coordinata da Emanuela Vecchiet. L’intento è di valorizzare la portata del lavoro svolto e dare risalto alla ricchezza espressa dal patrimonio di informazioni raccolte in 40 anni di lettura approfondita delle dinamiche nazionali di ogni tipo, con particolare attenzione a quelle economiche, sociali e politiche.

Emanuela Vecchiet apporterà il suo contributo in Kratesis grazie alla sua esperienza iniziata a livello istituzionale e proseguita in ambito finanziario-assicurativo, prima in Assicurazioni Generali e poi in Cattolica Assicurazioni, di cui ha ricoperto il ruolo di Direttore della Comunicazione e delle Relazioni Istituzionali.

22/02/2021 

Governare è una brutta bestia (anche per Draghi)

di Roberto Arditti

“Mario Draghi è di destra o di sinistra?”, è una delle domande più cercate sul web da quando l’ex Presidente della BCE è stato incaricato di guidare il governo. Un interrogativo che a prima vista può apparire ingenuo, ma che in realtà fa trasparire il vero scoglio che il premier sarà costretto a fronteggiare.

Leggi tutto

17/02/2021 

Siamo tutti draghiani (per ora)

di Roberto Arditti

Siamo già tutti draghiani. All’indomani del suo insediamento, Super Mario si scopre uno dei presidenti del Consiglio più amati dagli italiani negli ultimi 30 anni.

L’ex governatore della BCE è riuscito a conquistare praticamente tutti. Il PD ne apprezza la difesa appassionata del sogno europeo. La Lega gli riconosce il ruolo di protettore della sovranità nazionale in UE. Forza Italia rivive grazie a lui il dolce ricordo delle abilità diplomatiche del Cavaliere. Italia Viva lo celebra in quanto emblema del capolavoro tattico di Renzi. Una porzione maggioritaria del M5S lo sostiene poiché unico viatico possibile per scongiurare la Caporetto delle urne.

Leggi tutto

05/02/2021 

Nel segno di Draghi

di Roberto Arditti

L’Italia è a un bivio. Le uniche due direzioni possibili sono scolpite nelle parole del Capo dello Stato: “subito un nuovo esecutivo o elezioni immediate”.

La prima soluzione, quella di un “governo dei migliori” guidato da Mario Draghi, è la strada indicata da Mattarella e caldeggiata da tutti i partiti di stampo europeista: Partito Democratico, Forza Italia e il fronte liberal rappresentato da Italia Viva, Azione e Più Europa.

Il secondo scenario non è mai stato realmente contemplato dal Quirinale e quasi nessuna forza politica sembra essere convinta che le elezioni possano essere un’opzione realmente praticabile. 

Leggi tutto

27/01/2021 

Gli italiani bocciano il governo sul Recovery Plan

di Roberto Arditti

Lo abbiamo sentito ripetere in tutte le salse, un mantra inserito in ogni discorso: il 2021 deve essere l’anno della rinascita capace di suggellare la ripartenza dell’Italia.
Tuttavia, questo auspicio rischia di rimanere solamente un proclama.
Il mese di gennaio non ha infatti regalato al nostro Paese particolari segnali di ottimismo. Prima l’inasprimento delle restrizioni che ha tinto di arancione e rosso quasi tutta la Penisola e poi la notizia dei tagli nelle forniture dei vaccini hanno deluso le aspettative di chi immaginava un ritorno alla normalità in tempi rapidi. A questi due fatti non proprio incoraggianti, si è aggiunta la crisi politica che ha ulteriormente amplificato le incertezze dei cittadini.

Leggi tutto

20/01/2021 

Conte? È più forte in cabina elettorale che in Parlamento

di Roberto Arditti

Ci sono i numeri della fiducia in Parlamento e ci sono i numeri del consenso fuori dai sacri palazzi.
Sono numeri tutti importanti ma dal sapore diverso, anche se, alla fine, gli uni e gli altri si legano indissolubilmente.
Ecco perché occorre guardarli tutti questi numeri, perché solo così facendo si coglie il senso di quanto sta accadendo e, soprattutto, di quale sembra essere la strategia del Presidente del Consiglio.

 

13/01/2021 

Chi sta con Renzi in Italia? Una minoranza, ma non proprio esigua. Ecco i numeri di SWG.

di Roberto Arditti

“Non consentiremo a nessuno di avere i pieni poteri”, Matteo Renzi stacca ufficialmente la spina al governo Conte bis.

Nella conferenza stampa convocata per annunciare le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e del sottosegretario Scalfarotto, il leader di Italia Viva lancia una sequela di bordate al Presidente del Consiglio. “La democrazia non è un reality show…c’è stato un utilizzo ridondante delle dirette a reti unificate” afferma il senatore fiorentino.

Leggi tutto

11/12/2020 

L'illusione ottica della Patrimoniale

di Roberto Arditti

“Voi introdurrete la patrimoniale” attacca Berlusconi. "Non aumenteremo le imposte, per diminuire il cuneo fiscale" si difende Prodi.

Era il lontano 2006, politicamente parlando un’era geologica fa, e il fondatore di Forza Italia e quello dell’Ulivo si sfidavano in un duello all’americana in vista delle imminenti elezioni politiche. All’epoca, uno spettro si aggirava negli studi televisivi della Rai solleticando i desideri malcelati di alcuni e infiammando le paure inconfessabili di altri. Un fantasma di nome patrimoniale che da decenni tiene il nostro Paese prigioniero di un dibattito fondato più sui sentimenti che sulla ragione.

Leggi tutto

24/11/2020 

Attenzione, signori del governo: un italiano su tre non vuole fare il vaccino

di Roberto Arditti

“L’obbligo è una scelta molto forte, sono per la facoltatività”, così Giuseppe Conte ospite di Lilli Gruber su La7 allontana l’ipotesi di un’imposizione della vaccinazione anti-Covid per tutti i cittadini. Parole che gettano acqua sul fuoco delle polemiche, sempre più roventi specialmente dopo le dichiarazioni di scetticismo del professor Crisanti.

Ma le affermazioni del Premier non bastano a occultare lo scontro in corso nel governo e nella comunità scientifica.

Leggi tutto

17/11/2020 

Milano straccia Roma e Napoli (nonostante tutto)

di Roberto Arditti

“Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il filo del loro discorso è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un'altra”. (Italo Calvino, Le città invisibili)

Il silenzio che si impossessa delle strade e delle piazze allo scoccare del coprifuoco, i centri storici deserti, le serrande abbassate e i trasporti pubblici in affanno: il virus ha trafitto il cuore delle grandi città.

Leggi tutto

06/11/2020 

Un Papa due Chiese

di Roberto Arditti

Anno dopo anno, cardinale dopo cardinale, Papa Francesco plasma la Chiesa Cattolica secondo la sua visione, cercando così di renderla più adatta ai tempi repentini e “globali” in cui viviamo. Nel farlo però compie scelte spesso dirompenti, come nel caso delle recenti parole sulle coppie omosessuali. Parole che scavano un fossato sempre più profondo all’interno del mondo cattolico, poiché il sì del Papa a una legge sulle unioni civili (“convivencia civil” nell’originale spagnolo) fa emergere plasticamente lo squarcio che lo divide.

Leggi tutto

30/10/2020 

La Seconda Ondata investe il Governo

di Roberto Arditti

Il 21 luglio scorso, al termine di un negoziato estenuante proseguito per quattro giorni e quattro notti, Giuseppe Conte vince la partita della vita. L’Italia si aggiudica la fetta più grande delle risorse europee: ben il 28 percento dei 750 miliardi previsti dal Recovery Fund.

“Il governo è forte: la verità è che l'approvazione di questo piano rafforza l'azione dell’esecutivo” annuncia trionfalmente il premier.

 

Leggi tutto

23/10/2020 

La rabbia è tra noi

di Roberto Arditti

Le sorti di bar e ristoranti appese a Dpcm e ordinanze regionali. Palestre, piscine e parrucchieri che brancolano nel buio in attesa di conoscere il proprio destino. Cinema e teatri che sperano di scongiurare il rischio chiusura. E perfino la Serie A (per ammissione dello stesso Ministro Spadafora) che non sa se potrà arrivare fino in fondo.

Nell’Italia del virus che ritorna tutto è un gigantesco punto interrogativo.

Leggi tutto

16/10/2020 

Gli italiani scelgono Biden (ma quattro anni fa fu lo stesso e sappiamo com'è andata)

di Roberto Arditti

Era luglio del 2016 quando SWG chiese agli italiani di mettersi nei panni degli elettori statunitensi e di scegliere il prossimo inquilino della Casa Bianca. All’epoca, il nostro Paese non sembrava nutrire alcun tipo di dubbio: il 53% dei cittadini si schierava con Hillary Clinton e soltanto il 13% con Donald Trump. Un esito ben diverso rispetto a quello consegnatoci dalle urne a stelle e strisce.

Leggi tutto

05/10/2020 

Chi l'avrebbe mai detto! I ragazzi hanno votato NO al referendum

di Roberto Arditti

La disoccupazione giovanile che sfonda il muro del 32%, il fardello del debito pubblico che dopo la pandemia sarà ancora più pesante, le scuole e le università martoriate dal virus.

A rigor di logica le ragazze e i ragazzi italiani dovrebbero avere il dente avvelenato. Dovrebbero essere proprio loro la categoria sociale maggiormente sedotta dalle sirene anti-casta.

E invece le cose non stanno così. È una indagine condotta da SWG e Skuola.net a rivelarci che i giovanissimi sono quelli che più di tutti hanno respinto il taglio dei parlamentari.

Leggi tutto

25/09/2020 

Il poker di Zaia, Toti, De Luca ed Emiliano

di Roberto Arditti

Più mediatici e più popolari dei partiti d’appartenenza: ufficialmente sono Presidenti di Regione ma oramai li chiamano Governatori proprio come i loro omologhi statunitensi. Nei mesi scorsi è intervenuta perfino l’Accademia della Crusca a bacchettare la stampa italiana per l’abuso linguistico. Eppure, la scelta lessicale non è casuale. Il vocabolario della politica muta a seconda della fase storica e in questo caso sembra riuscire a catturare l’essenza di una nuova stagione del federalismo italiano.

Leggi tutto

18/09/2020 

Ritorno a scuola: meno peggio del previsto

di Roberto Arditti

Da una parte la narrazione carica di ottimismo dell'esecutivo, con la ministra Azzolina che promette “una strategia di prevenzione che funzionerà se ognuno fa la sua parte” e con il premier Conte che assicura di aver fatto il massimo sforzo. Dall’altra le invettive dei governatori che puntano il dito contro le inadempienze ministeriali: la foto-denuncia dei bambini in ginocchio costretti a fare lezione senza banchi pubblicata dal Presidente ligure Toti, la battaglia del piemontese Cirio sulla misurazione della temperatura in classe e il rinvio della riapertura in Campania voluto a tutti i costi da De Luca.

Sembra di assistere al primo giorno di scuola su due pianeti diversi: quello governativo dove è filato tutto liscio e quello dei Presidenti di Regione in cui quasi tutto è andato storto.

Ma, dati alla mano, si è trattato di un successo o di un fiasco?

Leggi tutto

11/09/2020 

Anche Greta è vittima del COVID

di Roberto Arditti

Greta Thunberg rientra a scuola, “il periodo sabbatico è finito” ha annunciato l’attivista svedese dal suo profilo Instagram. Un ritorno alla normalità che ha il retrogusto amaro della delusione per un’occasione mancata. Il 2020 doveva essere l’anno delle lotte ambientaliste, delle piazze gremite di giovani (e non solo) scesi a manifestare contro i cambiamenti climatici. I presupposti c’erano tutti, poi però è arrivato il COVID e le priorità si sono rimescolate.

Leggi tutto

04/09/2020 

Un sì al referendum che può terremotare il governo

di Roberto Arditti

Negli ultimi 15 anni la riforma della costituzione è rimasta una chimera per leader e partiti politici. Ma questa volta, a giudicare dai numeri, le cose andranno diversamente.

Leggi tutto

02/09/2020 

Fine estate da paura

di Roberto Arditti

Gli italiani si misurano con il ritorno della paura per il virus.


Link 

https://www.youtube.com/watch?v=-86yFzw6OeE&feature=youtu.be

31/07/2020 

Autunno caldo: gli italiani lo temono ma non troppo

di Roberto Arditti

Da una parte i sindacati che chiedono a gran voce una proroga, dall’altra Confindustria che ammonisce: “più tardi verrà eliminato e più drammatiche saranno le conseguenze”. È il blocco dei licenziamenti il vero oggetto del contendere tra le parti sociali, una misura che il governo si appresta ad estendere (con alcune eccezioni) per tutto il 2020.

Ma il prolungamento, che dovrebbe essere varato con il decreto di agosto, riuscirà a placare le ansie occupazionali degli italiani?

Leggi tutto

14/07/2020 

Butta male (aspettando Bruxelles)

di Roberto Arditti

A Villa Pamphili sono tornati i podisti, i tornei di cricket e i picnic della domenica. Una comprensibile voglia di normalità dopo i mesi di chiusura forzata e dopo le giornate di frenetico via vai di politici, imprenditori e rappresentanti di categoria che hanno animato gli 82 incontri della kermesse voluta a tutti i costi dal Presidente del Consiglio. “Dobbiamo reinventare il Paese” ha detto Giuseppe Conte nel suo discorso di chiusura della manifestazione ideata per iniettare una buona dose di ottimismo nel tessuto produttivo italiano lacerato dal virus.

Ma a quasi un mese di distanza cosa resta degli Stati Generali? E soprattutto quali aspettative hanno i cittadini sul rilancio dell’economia?

Leggi tutto

07/07/2020 

Tutti in surplace fino all'autunno

di Roberto Arditti


Link

https://www.youtube.com/watch?v=i-MfDRFroo4

 

03/07/2020 

Si stava meglio prima di Covid-19. Gli italiani la pensano così

di Roberto Arditti

Prima del COVID, la qualità della vita era di gran lunga migliore. A guardare con rimpianto e nostalgia ai tempi pre-pandemia è ben il 46% degli italiani. Tra i cittadini prevale dunque il disfattismo sul proprio futuro ma non tutte le generazioni (come è accaduto più volte in questi mesi) sembrano pensarla alla stessa maniera.

Leggi tutto

26/06/2020 

Stiamo cambiando vita e iniziamo a capirlo

di Roberto Arditti

Non siamo più quelli di prima e ce ne stiamo anche rendendo conto.

Un po’ di tempo è passato da quando ci affacciavamo sui balconi per cantare l’inno nazionale e ci riunivamo per la prima volta su Zoom e oggi, a quasi un mese dalla riapertura, è arrivato il momento di chiedersi cos’è rimasto dello shock collettivo da lockdown.

Leggi tutto

12/06/2020 

L'Amore al tempo della Pandemia (bilancio sentimentale della Repubblica)

di Roberto Arditti

Le fotografie dei baci appassionati nelle stazioni italiane dopo i mesi di lockdown hanno fatto il giro dei social e l’apertura dei confini regionali si è trasformata in un’occasione per celebrare il trionfo dell’amore che vince sempre e comunque, capace di sconfiggere perfino una pandemia. Ma le cose non stanno proprio così: la realtà ce la racconta una rilevazione SWG molto gustosa ed anche assai significativa.

Leggi tutto

08/06/2020 

Presidente Conte, occhio ai sondaggi

di Roberto Arditti


Link

https://www.youtube.com/watch?v=lvjjvZNMUzI

 

05/06/2020 

L'Europa torna (per ora) a scaldare i cuori. Durerà?

di Roberto Arditti

Mentre in America divampa il fuoco della rabbia e in Cina il governo schiva il j’accuse internazionale per la gestione del virus, l’Europa prova a rialzare la testa. Per la prima volta dall’inizio dell’emergenza l’UE riprende quota nelle opinioni degli italiani. Una possente novità per una crisi che finora ci aveva abituato solamente a sonore bocciature per le istituzioni comunitarie.

Ma siamo dunque di fronte a una resurrezione dell’europeismo nel nostro Paese?

Leggi tutto

01/06/2020 

Bruxelles, ultima chiamata

di Roberto Arditti

Dopo tanti mesi di delusione, si riaccende la speranza degli italiani verso l'Europa.


Link

https://www.youtube.com/watch?v=qHk9D7qioOM&feature=youtu.be